DanielZampieri.com | Barcellona: Daniel Zampieri chiude la stagione con una gara d’attacco.
15845
post-template-default,single,single-post,postid-15845,single-format-standard,tribe-no-js,tribe-bar-is-disabled,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Barcellona: Daniel Zampieri chiude la stagione con una gara d’attacco.

Barcellona: Daniel Zampieri chiude la stagione con una gara d’attacco.

Il Blancpain Gt Series, chiude la stagione 2016 con l’ultima gara della Sprint Cup a Barcellona. Daniel Zampieri, Gt3 Junior Driver di Lamborghini, affronta il weekend con il nuovo compagno di squadra Max Van Splunteren. Fine settimana complicato già dalle prime prove libere, con il team Attempto Racing costretto ad inseguire le migliori posizioni. La situazione migliora leggermente dopo il secondo turno di prove libere che fa ben sperare in vista delle qualifiche. Nei turni che valgono lo schieramento di partenza della Qualifying Race però Daniel Zampieri e Max Van Splunteren non riescono a superare il secondo turno, restando però a meno di un secondo dalla top ten. Nella Gara di Qualifica in programma domenica mattina, Daniel scatta bene recuperando ben 8 posizioni in vista della Main Race di domenica pomeriggio. L’ultima gara di campionato però non regala soddisfazioni all’equipaggio della Lamborghini Huracan N°100. Questa volta prende il via il pilota Olandese, che non riesce però a recuperare posizioni in classifica. All’apertura della corsia Box, Attempto Racing richiama subito la vettura per il pit stop e Daniel sale in macchina quando mancano 34 minuti al termine. Come di consueto il pilota svizzero affronta la gara all’attacco, recuperando sin da subito, ingaggiando duelli e sfruttando le vicissitudini di gara a suo favore. Transita sotto la bandiera a scacchi dopo aver scalato dieci posizioni in classifica.

Daniel Zampieri: “E’ stata una stagione molto difficile. Il team è cresciuto di gara in gara ma non siamo riusciti nei vari appuntamenti a conquistare un risultato che avremmo ampiamente meritato. Resta la buona prestazione della 24h di Spa, ma dovremmo impegnarci tutti ancora più a fondo per poter fare un ulteriore salto di qualità per lottare per le posizioni di vertice”.